Un presidio contro la guerra

La nave saudita Bahri Yambu sta trasportando armi che verranno usate contro le popolazioni dello Yemen, paese da tempo sotto attacco da parte dell’Arabia. L’attracco al porto di Genova è previsto nella notte fra il 19 e il 20 maggio e, sebbene nella nostra città non verranno (così pare) caricate armi, ma materiali vari a uso non solo civile, lo sdegno è forte.

I lavoratori del porto di Genova, scenderanno in sciopero a partire dal primo turno e, contemporeneamente, a partire dalle ore 6.00 si svolgerà un presidio aperto a tutti i cittadini sensibili alle tematiche della pace, presso il varco di Ponte Eritrea.

I comunisti genovesi non vogliono essere complici di una strage ed esprimono il loro sostegno alla lotta dei “camalli” e la massima solidarietà alla popolazione dello Yemen.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *