Tag: Thomas Sankara

Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 3)

Parlo in nome delle madri che nei nostri Paesi impoveriti vedono i propri figli morire di malaria o di diarrea, senza sapere dei semplici mezzi che la scienza delle multinazionali non offre loro, preferendo investire nei laboratori cosmetici o nella chirurgia plastica a beneficio del capriccio di pochi uomini e donne il cui fascino è minacciato dagli eccessi di assunzione calorica nei loro pasti così abbondanti e regolari da dare le vertigini a noi del Sahel

Thomas Sankara (1949-1987)

Inizio
Precedente

Finora abbiamo visto alcuni aspetti della vita di Thomas Sankara. Ora dobbiamo passare ad analizzare il suo pensiero politico.

Il “capitano”, per la sua azione di governo, si ispirava a Fidel Castro (che incontrò durante una visita di Stato), a Che Guevara, a Jerry Rawlings e a Karl Marx. Promosse la “Rivoluzione Democratica e Popolare” definendo la sua ideologia, nel discorso di Orientamento Politico tenuto il 2 ottobre 1983, anti-imperialista. In un discorso tenuto ad Addis Abeba (Etiopia) suggerì l’istituzione di un nuovo fronte economico africano che si potesse contrapporre a quello europeo e statunitense. Cercò di convincere, purtroppo invano, gli altri capi di Stato africani a rifiutarsi di saldare i debiti contratti con gli Stati Uniti e i paesi europei, poiché era convinto che queste risorse potessero essere destinate a riforme sanitarie e scolastiche.

Continua la lettura di “Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 3)”

Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 2)

È possibile che a causa degli interessi che minaccio, a causa di quelli che certi ambienti chiamano il mio cattivo esempio, con l’eiuto di alti dirigenti pronti a vendersi la rivoluzione, potrei essere ammazzato da un momento all’altro. Ma i semi che abbiamo gettato in Burkina e nel mondo sono qui. Nessuno potrà mai estirparli. Germoglieranno e daranno frutti.
Se mi ammazzano arriveranno migliaia di nuovi Sankara!

Thomas Sankara (1949 – 1987)

Precedente

Oggi, in Africa, Thomas Sankara è considerato un eroe e un esempio, specialmente fra i giovani. La sua popolarità è forse addirittura superiore a quella di Nelson Mandela. Viene considerato simbolo di grandi valori: intelligenza, umiltà, estrema onestà e alta moralità. La sua figura è conosciuta anche attraverso l’opera di numerosi giornalisti e autori. Fiorella Mannoia gli ha dedicato la canzone “Quando l’angelo vola” (dall’album Sud) raccontando la storia del rivoluzionario burkinabé durante i suoi tour e le sue apparizioni televisive. Inoltre, svariate commemorazioni in molti paesi del mondo hanno cercato di farne conoscere l’opera al pubblico internazionale.

Continua la lettura di “Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 2)”

Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 1)

Non è possibile effettuare un cambiamento fondamentale senza una certa dose di follia. In questo caso si tratta di non conformità: il coraggio di voltare le spalle alle vecchie formule, il coraggio di inventare il futuro. Ci sono voluti i pazzi di ieri per permetterci di agire con estrema chiarezza oggi. Voglio essere uno di quei pazzi. Dobbiamo avere il coraggio di inventare il futuro.

Thomas Sankara (1949 – 1987)

Lo chiamavano il “Che Guevara africano” ed era probabilmente l’unico uomo in grado di trascinare l’Africa fuori dal suo isolamento economico secolare. E, forse, proprio per questo – dopo solo quattro anni di presidenza del Burkina Faso – il giovane leader venne ucciso a tradimento.

Continua la lettura di “Trent’anni fa l’omicidio a sangue freddo di un grande rivoluzionario africano (Parte 1)”