Tag: Gianni Pastorino

Solidarietà ai lavoratori Ericsson licenziati

Nella serata di venerdì 21 luglio, alle ore 20, la multinazionale svedese Ericsson, che ha una sua sede genovese agli Erzelli, ha inviato 61 lettere (email) di licenziamento ad altrettanti dipendenti. Dal sito di Primo Canale apprendiamo che «la notizia arriva a poche ore dalla lettera di “smarcatura” della vertenza da parte del governo che sul progetto della banda ultra larga investe 5 miliardi di soldi pubblici».

Secondo il consigliere regionale di Rete a Sinistra/LiberaMente Gianni Pastorino, dal quale abbiamo ricevuto l’informazione, si tratta di «un metodo che ancora una volta dimostra il totale disinteresse dell’azienda nei confronti dei suoi lavorartori; da lunedì prossimo, i dipendenti coinvolti in questa procedura potranno entrare nella sede Ericsson come “ospiti” per recuperare le proprie cose. Alcuni di loro sono via per le ferie: probabilmente neppure sanno di essere stati licenziati, visto quando, e come, è stata recapitata la lettera».

Continua la lettura di “Solidarietà ai lavoratori Ericsson licenziati”

Un modo vergognoso di fare politica

La campagna elettorale per le amministrative di Genova è iniziata nel peggiore dei modi. Ci riferiamo all’articolo apparso oggi sulle pagine dell’edizione locale di Repubblica (Matteo Pucciarelli, Liguria Digitale, il caso di Pastorino, “bando ad hoc per la compagna”) nel quale viene citato un dossier pervenuto alla redazione in forma anonima.

È un metodo ci fa schifo e che ci ricorda la peggior Democrazia Cristiana. Per noi la politica è confronto ed eventualmente conflitto, se del caso anche serrati e aspri, e di fronte a questi non ci tiriamo di certo indietro. Ma ci sono dei limiti che non possono e non debbono essere valicati, specie se coinvolgono persone che non ricoprono un ruolo pubblico. Se si sospetta di un abuso, si tirino fuori le prove e allora saranno gli organismi competenti a doversene occupare, non la stampa sulla base di “fonti anonime”. Se invece si vuole attaccare Pastorino (“reo”, secondo alcuni di aver indebolito la coalizione di centrosinistra rifiutando di far parte della stessa) lo si attacchi politicamente e sul merito, non con pettegolezzi e insinuazioni.

Continua la lettura di “Un modo vergognoso di fare politica”