Tag: Domenico Losurdo

Il nostro cordoglio per la scomparsa del compagno Domenico Losurdo

Spesso, a margine di qualcuna delle nostre riunioni, ci lasciavamo dicendoci quanto sarebbe stato bello invitare a Genova il compagno Domenico Losurdo per discutere con lui di qualcuno dei suoi libri. Da ieri non ci sarà più possibile dare seguito a questa intenzione, perché una rapida e impietosa malattia lo ha portato via.

Continua la lettura di “Il nostro cordoglio per la scomparsa del compagno Domenico Losurdo”

Bilancio di un progressivo congedo

In relazione all’ultimo libro di Domenico Losurdo, “Il marxismo occidentale – Come nacque, come morì, come può rinascere”

Di Emiliano Alesandroni, Le Monde Diplomatique, luglio 2017

Ne L’Espresso del 1989, Franco Fortini descriveva Maximilien Robespierre e la sua vicenda storica come «un esempio memorabile dei limiti della volontà umana alle prese con la resistenza delle cose». Su un simile scarto tra soggetto e oggetto aveva già insistito, in passato, Giacomo Debenedetti che, analizzando i nuovi sviluppi del romanzo europeo, riscontrava come le «ragioni della mente» e «del cuore», in Occidente, si stessero sempre più allontanando da quelle «del mondo».

Quella narrata da Domenico Losurdo nel suo ultimo libro (Il marxismo occidentale. Come nacque, come morì, come può rinascere, Laterza, Bari-Roma 2017) è la storia critica del progressivo congedo che il cosiddetto marxismo occidentale, ad eccezione di figure come Gramsci e Lukács, ha compiuto, appunto, rispetto alle ragioni del mondo e alla resistenza delle cose.

Continua la lettura di “Bilancio di un progressivo congedo”