Tag: Bruno Steri

Dati sul lavoro: un essenziale compito di controinformazione

Riportiamo la trascrizione dell’intervento conclusivo, tenuto dal compagno Bruno Steri della segreteria nazionale PCI, al convegno sul tema del lavoro che si è svolto a Roma il 13 ottobre 2017.

Care compagne e cari compagni,

a conclusione di questa più che opportuna iniziativa, voglio innanzitutto ribadire con la massima nettezza che per il nostro partito il tema lavoro non è un tema tra gli altri. Esso oggettivamente costituisce e per noi deve costituire una priorità assoluta.  Nella percezione diffusa vi sono anche altre emergenze, vedi la questione immigrazione: ma noi dobbiamo sapere che, se non si riesce a invertire la rotta sulle questioni del lavoro, tutto il resto si fa ancora più difficile. Non a caso, per restare sull’esempio dell’immigrazione, sin dalle tesi di Bologna il Pci ha collegato la drammatica vicenda dei migranti alla questione sociale: certo, solidarietà; ma soprattutto, costruzione di un nuovo blocco sociale anticapitalista, di cui l’immigrazione può e deve far parte. Questo è il compito specifico dei comunisti. Da questo punto di vista mi è parso importante  il riferimento, fatto qui oggi dal segretario della Usb Pierpaolo Leonardi, relativo alla presenza di lavoratori immigrati nel settore della logistica, del carico e scarico merci: non forza-lavoro a basso prezzo e disponibile a tutto, giunta ad ingrossare l’esercito lavorativo di riserva e pronta a esercitare una concorrenza al ribasso a danno delle condizioni generali del lavoro. Questo rischio c’è e dobbiamo sventarlo; ma non c’è solo questo. Pierpaolo infatti ci ha parlato di lavoratori “che non hanno conosciuto la sconfitta storica che la classe operaia europea ha vissuto”, che sono arrivati con nuove speranze e voglia di lottare. In essi possiamo intuire l’alba di un nuovo mondo del lavoro, che mette in mostra nuove energie e nuova combattività.

Continua la lettura di “Dati sul lavoro: un essenziale compito di controinformazione”

Dietro le polemiche interne al PD, un comune obiettivo politico: la gestione di un nuovo patto per l’Europa

Sabato 1 luglio, il PCI parteciperà all’assemblea nazionale di Eurostop. Il nostro Partito ha da tempo maturato il convincimento della negatività e della irriforma-bilità dell’Unione Europea. Proprio in questi giorni, al Consiglio Europeo si stanno prendendo decisioni che riteniamo gravi e pericolose per la pace e per le condizioni di vita della popola-zione italiana. In particolare, si sta decidendo la costituzione di un esercito europeo e l’elezione di un ministro delle Finanze che coordini le politiche dei Paesi membri. A nostro avviso di tratta di un ulteriore attacco alla nostra Costituzione e alla sovranità popolare.

Il compagno Bruno Steri, nell’articolo qui sotto riportato, illusta la posizione del PCI, affrontando argomenti che saranno oggetto del dibattito nel corso dell’assemblea di Eurostop.

Continua la lettura di “Dietro le polemiche interne al PD, un comune obiettivo politico: la gestione di un nuovo patto per l’Europa”