Quanto ci costa il settore bancario?

Il comunicato n. 177 del Ministero dell’Economia e delle Finanze è laconico, come tutti i comunicati ufficiali. In sintesi leggiamo che “nel mese di ottobre 2017 il settore statale ha registrato un fabbisogno di 5.000 milioni, con un aumento di circa 1.200 milioni rispetto al corrispondente mese dello scorso anno (3.807 milioni)”.

Nei primi dieci mesi del 2017 il fabbisogno “si è attestato a 61.141 milioni, con un aumento di circa 11.500 milioni rispetto al periodo gennaio-ottobre 2016″. Tutto questo è attribuibile in larga misura alle erogazioni effettuate nei mesi di luglio e agosto per la salvaguardia del sistema bancario e la tutela dei risparmiatori”.

In fonto a questo post, trovate il documento in PDF, ma prima ci permettiamo qualche considerazione. La tutela dei risparmiatori è un dovere sacrosanto dello Stato, e su questo pensiamo nessuno abbia a che ridire. Ma, oltre a quello di erogare contributi pubblici a istituti privati gestiti male, ci sono altri modi per farlo. Ad esempio, nazionalizzando le banche in sofferenza punendo, non premiando, la cattiva gestione. I soldi erogati per la salvaguardia del sistema bancario sono soldi sottratti ad altra parte del settore pubblico, ovvero, in primis, alla sanità e alla scuola.

comunicato_177

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *