La solidarietà della Federazione di Genova al Partito Comunista Polacco

Domani, lunedì 3 dicembre 2018, la Federazione di Genova del PCI esprimerà la propria solidatietà ai compagni e alle compagne del Partito Comunista Polacco, vittime delle continue persecuzioni del loro governo, espressione della destra estrema e membro del cosiddetto “Gruppo di Visegrad”,ovvero di quei paesi dell’Unione Europea che si stanno distinguendo per politiche xenofobe e razziste.

La eventuale messa al bando del Partito Comunista Polacco rappresenta una gravissima violazione degli elementari diritti di opinione, la cui tutela, fra l’altro, è stata più volte sancita dalla stessa Unione Europea in svariati suoi documenti ufficiali. Per impedire la messa fuori legge del partito comunista in Polonia, nel corso dell’incontro fra le forze comuniste che si è tenuto lo scorso fine settimana ad Atene, si è deciso di attuare iniziative contemporanee in tutte le città europee nelle quali è presente una ambasciata o una rappresentanza consolare della Polonia. Genova è una di queste città, per cui, appuntamento alle ore 10.30 in piazza Tommaseo per un presidio con volantinaggio (l’iniziativa si prevede durerà fino alle ore 12.00).

Solidarietà al Partito Comunista Polacco!
Appello sulle recenti persecuzioni anticomuniste in Polonia.

Le persecuzioni anticomuniste contro il Partito Comunista Polacco continuano ad opera del governo, che oltre a distruggere i monumenti in omaggio ai soldati sovietici morti per la liberazione dell’Europa dell’Est dall’occupazione nazista, ha avviato da tempo un procedimento giudiziario contro i comunisti polacchi ed i suoi organi di informazione.

Il processo è parte integrante di una campagna per mettere fuori legge il Partito Comunista i cui militanti, dirigenti e giornalisti sono accusati di “promozione di un sistema totalitario” dal governo polacco, nel pieno silenzio da parte delle istituzioni dell’Ue ed in un quadro segnato da provocazioni in funzione anti russa ad opera del governo americano.

È una campagna che dura da tre anni e che ha portato al fermo ed all’arresto di militanti comunisti ed all’oscuramento del sito internet e dei profili social dell’organizzazione. Nel 2009 si era addirittura approvata una legge per mettere al bando i simboli comunisti, ma è poi stata dichiarata incostituzionale nel 2011.

Vengono vietati anche pubblici dibattiti sulla storia e le teorie marxiste attraverso intimidazioni e minacce, come quelle avvenute a maggio scorso all’Università di Pobierowo, dove agenti di polizia hanno fatto irruzione nell’aula dove si teneva la conferenza per intimidire i docenti ed i partecipanti ed in piena violazione con l’autonomia dell’Università ed il diritto costituzionale alla libera ricerca scientifica ed accademica.

Questo livello di repressione non può essere tollerato, né accettiamo il silenzio mediatico che lo caratterizza. Per queste ragioni aderiamo alla giornata di protesta che si terrà il 3 Dicembre prossimo, con manifestazioni di protesta di fronte alle sedi diplomatiche della Polonia, per far sentire la nostra voce e la nostra totale contrarietà alla violenta repressione anticomunista, in vista del processo fissato per il 7 Dicembre p.v.

PROMOTORI

  • Guido OLDRINI, Docente di Filosofia Università di Bologna, massimo studioso di  Lukacs in Italia;
  • On. Haidi GIULIANI, già Senatrice della Repubblica;
  • On. Giorgio NEBBIA, già Deputato e Senatore della Repubblica;
  • Alessandra RICCIO, Docente Università Orientale di Napoli, già corrispondente de “L’Unità” a Cuba, condirettrice, con Gianni Minà, della rivista “ LatinoAmerica”;
  • Mariella CAO, militante antimilitarista, Sardegna;
  • Mauro ALBORESI, Segretario Nazionale PCI ( Partito Comunista Italiano);
  • Maurizio ACERBO, Segretario Nazionale PRC (Partito della  Rifondazione Comunista);
  • Paolo FERRERO, Vicepresidente Partito della Sinistra Europea;
  • On. Eleonora FORENZA, Parlamentare Europea;
  • Niccolò MONTI, Segretario nazionale FGCI ( PCI);
  • Francesco DELLA CROCE, Direttore sito nazionale PCI;
  • Viola CAROFALO, Potere al Popolo;
  • On. Fosco GIANNINI, saggista, già Senatore della Repubblica;
  • On. Giacomo DE ANGELIS, già Deputato al Parlamento Italiano;
  • On. Luca CANGEMI, Docente, già Deputato al Parlamento Italiano;
  • Alessandro HOBEL, storico del movimento operaio;
  • Bruno STERI, esperto di questioni economiche e dell’UE;
  • Roberto FINESCHI , Docente universitario, Comitato scientifico edizione delle Opere di Marx e Engels;
  • Salvatore TINE’, Storico, Docente università di Catania;
  • Giuseppe AMATA ,già Docente Facoltà di Ingegneria Università di Catania;
  • On. Luigi MARINO, già Capo Gruppo al Senato della Repubblica, Presidente Associazione “Maksim Gor’kij”, Napoli;
  • On. Oliviero DILIBERTO, già Deputato e Ministro della Giustizia, Docente di storia del Diritto Romano presso l’Università “ La Sapienza” di Roma;
  • Andrea CATONE, Direttore rivista “Marx XXI”;
  • Emiliano ALESSANDRONI, Professore di  Filosofia teoretica e Teoria della Letteratura Università di Urbino;
  • Michele TRIPODI, Sindaco di Polistena (Reggio Calabria);
  • On. Stefano FASSINA, Deputato al Parlamento Italiano, Presidente di “Patria e Costituzione”;
  • On. Vincenzo VITA, già Senatore della Repubblica, Presidente Associazione per il Rinnovamento della sinistra;
  • Giuseppe IBBA, sindaco di Mores ( Sassari );
  • Rosaria GALIERO, consigliera comunale a Napoli, nel Gruppo “ Napoli in Comune a Sinistra”;
  • On. Stojan SPETIC, giornalista, già Senatore della Repubblica;
  • On. Luigi VINCI, già Senatore della Repubblica e già deputato al Parlamento europeo;
  • Giorgio CREMASCHI, già dirigente nazionale FIOM-CGIL; dirigente di Potere al Popolo;
  • Sergio CARARO, direttore di “Contropiano”;
  • Pierpaolo LEONARDI, esecutivo nazionale USB;
  • Marino SEVERINI, chitarra e “voce” de “La Gang”;
  • Pierpaolo CAPOVILLA, cantautore, bassista e attore, fondatore di “ One Dimensonal Man” e “ Il Teatro degli Orrori”;
  • Giorgia PIETRIBIASI ( “M’IRA”) cantautrice e performer ;
  • Nunzia AUGERI, ricercatrice storica, traduttrice in Italia delle opere di Istvan Meszaros e Samir Amin;
  • Marco CONSOLO, analista internazionale;
  • Walter LORENZI, Segreteria Rete dei Comunisti;
  • Michele FRANCO, Segreteria Rete dei Comunisti;
  • Bassam SALEH’, giornalista palestinese in Italia;
  • Marco AMAGLIANI, già Assessore Giunta Regionale Marche;
  • Giordano MANES, editore, Presidente della Casa Editrice “La Città del Sole”, Napoli;
  • Giovanni CADOPPI, saggista, esperto di questioni internazionali;
  • Mauro GEMMA, esperto di questioni internazionali, redazione “Marx XXI.it”
  • Ruggero GIACOMINI,storico del movimento operaio e della Resistenza;
  • Giacomo FORNI, Segreteria regionale FISAC-CGIL Marche, Segreteria nazionale Coordinamento Monte dei Paschi;
  • Maurizio BELLIGONI, psichiatra, già collaboratore della “Rivista Sperimentale di Freniatria”;
  • Donato IANARO, Responsabile regionale Veneto Pensionati USB;
  • Maurizio FERRERI, imprenditore (Sofia, Bulgaria);
  • Luigi CAVALLI,  regista cinematografico;
  • Marco PONDRELLI, Direttore di “Marx XXI .it ”;
  • Ottavio ROMANO,avvocato, presidente della “Casa del Popolo” di Gorizia;
  • Diego Angelo BERTOZZI, storico, esperto di questioni internazionali;
  • Mariano GUZZINI, giornalista, scrittore, militante LEU (Liberi e Uguali) Marche;
  • Renzo PIETRIBASI, coordinatore regionale Veneto Privato – Sociale USB

PER ADERIRE  

 appellopolonia@gmail.com

 

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *