Il PCI di Genova aderisce al presidio in sostegno del popolo palestinese

In questi giorni, il popolo palestinese sta subendo l’ennesima violazone dei suoi diritti da parte dello Stato di Israele. Questo massacro ha comportato in questi giorni la morte di 17 palestinesi e il ferimento di oltre 1000 manifestanti, tutti disarmati, contro i quali si è scagliata la spropositata reazione del governo di Netanyahu.

La manifestazione iniziata il 30 marzo voleva celebrare la ricorrenza che i locali chiamano “Il giorno della terra”, che commemora i sei palestinesi uccisi dalla polizia israeliana in Galilea 32 anni fa, durante la protesta contro la confisca delle terre arabe, Questa ricorrenza si è trasformata, con il trascorrere degli anni, in una occasione per cercare di sensibillizzare il mondo sulle condizioni di vita del popolo di Palestina, da 70 anni costretto ad abbandonare le proprie terre e a vivere sotto la costante minaccia delle armi.

La Federazione di Genova del PCI parteciperà al presidio in sostegno del popolo palestinese per manifestare la propria solidarietà, per affermare il proprio sdegno nei confronti delle politiche portate avanti dallo Stato di Israele e per chiedere alla comunità internazionale un fermo intervento per fermare questa escalation di violenza.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *