Il PCI contro il comizio fascista

Il partito comunista italiano, reputa la chiusura della campagna elettorale di Casapound e l’esistenza di cosiddetto partito, frutto della natura dello stato di cui facciamo parte.

In tutti gli stati capitalisti è legittimata l’esistenza di partiti fascisti e nazifascisti e nessuna costituzione, neppure la più bella al mondo, (quella italiana) è sufficiente a garantire l’inesistenza di tali organizzazioni. Solamente uno stato socialista sarebbe dotato di mezzi e contenuti per combattere questa malsana ideologia, frutto della natura dello stato di cui facciamo parte.

Reputiamo altresí contraddittorio, legittimarli come avversari politici, concedergli la possibilità di candidarsi e poi contestarli in piazza, per lo più in vista di appuntamenti elettorali, mentre nei periodi lontani da tali occasioni, una parte di chi protesta oggi, si è resa protagonista più volte di intitolazioni di targhe e vie ad esponenti del fascismo, di fatto creando luoghi oggetto di commemorazioni fasciste, ed accostando spesso fascismo e comunismo in un equiparazione revisionista inaccettabile.

La nostra adesione sarà totale per combattere i neofascisti. Dove saranno presenti i fascisti non mancheremo mai per combatterli  con tutte le nostre forze e i nostri mezzi.

2 Commenti

  1. Sono completamente d’accordo su tutto,i fascisti non si devono permettere di fare un loro comizio a genova! Citta’ liberata solo dai partigiani e partigiane dal nazifascismo il 24 aprile 1945,e unica citta’ europea ad essere liberata SOLO DAI PARTIGIANI E PARTIGIANE!E per questo subito dopo la fine della guerra E’ STATA INSIGNATA DI MEDAGLIA D’ORO AL VALORE MILITARE PARTIGIANO! E i fascisti se lo devono ricordare bene,E SI DEVONO RICORDARE( SE NO GLIELO FACCIAMO RICORDARE NOI!) CHE NEL 1960 FURONO FATTI SCAPPARE DAI NOSTRI PADRI MADRE E NOSTRI CONCITTADINI!!✊✊

Rispondi a ANTONINO Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *