Il PCI al Centenario della Rivoluzione d’Ottobre: il programma

A MOSCA! A MOSCA!
Una delegazione di 80 compagni/e del PCI alle celebrazioni del 100° della Rivoluzione d’Ottobre

di Giacomo De Angelis, responsabile PCI Organizzazione
e Fosco Giannini, responsabile PCI Esteri

Il Mausoleo di Lenin nella Piazza Rossa

A Mosca! A Mosca! Circa 80 compagni e compagne formeranno la delegazione del PCI a Mosca, per le celebrazioni del 100° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre. Non è stato facile, per le strutture del nostro Partito, giungere ad un obiettivo così alto e anche così politicamente significativo: 80 compagni e compagne che, accollandosi tutte le spese del viaggio nella capitale russa, hanno deciso di portare la testimonianza internazionalista, antimperialista e rivoluzionaria del PCI durante tutti i giorni delle celebrazioni del grande Ottobre di Lenin. 59 compagni/e partiranno da Roma, il 3 novembre, e nello stesso giorno ne partiranno altri 14 da Venezia; il segretario del PCI, il compagno Mauro Alboresi, assieme al compagno Stojan Spetic, saranno già dal primo novembre a San Pietroburgo, per l’incontro ufficiale del PCI con il Partito Comunista della Federazione Russa, per poi proseguire per Mosca e congiungersi con tutta la Delegazione per le celebrazioni dell’Ottobre. Altri compagni/e, già a Mosca, si aggregheranno ai gruppi di Roma e Venezia, formando – appunto – un gruppo complessivo di 80 delegati/e. Una delegazione foltissima, che non potevamo immaginare di raggiungere all’inizio dei lavori organizzativi, un esito, organizzativo e politico, di cui andiamo fieri ed un fiore all’occhiello per tutto il nostro Partito. Come già detto, si partirà per Mosca il 3 novembre e si tornerà in Italia l’8 novembre. Tutti i compagni e le compagne alloggeranno in uno degli hotel più belli di Mosca, l’hotel Borodino. Il gruppo degli 80 compagni/e vivranno assieme tutta l’esperienza russa: partiranno tutti assieme, dagli aeroporti di Roma e Venezia,  assieme saranno trasferiti dall’aeroporto di Mosca all’hotel Borodino, si riuniranno per decidere assieme ogni cosa, assieme si trasferiranno con la metropolitana di Mosca. Un programma di massima è già stato progettato:

4 novembre – Visita al Museo nazionale di Storia moderna (già Museo della Rivoluzione russa). Visita alle principali stazioni della Metropolitana moscovita. (Richiesto incontro con una sezione moscovita del PCFR).

5 novembre – Omaggio floreale al Monumento al Milite ignoto presso le mura del Cremlino e al Mausoleo di Lenin (previsto raduno ore 11.30 Piazza del Maneggio vicino l’entrata del giardino di Alessandro). Serata di gala, con incontro cerimoniale e concerto, presso la sala concerti “Russia” all’interno del complesso sportivo Luzhniki, organizzato per i festeggiamenti del Centenario (inizio ore 17), con biglietti di invito offerti dal Comitato per il Centenario (all’uscita della metropolitana vi saranno dei bus dalle ore 15.30 che ci accompagneranno all’impianto).

6 novembre – Giornata libera per i Delegati e le Delegate. Alla sera (appuntamento ore 19), cena della Delegazione, presso un ristorante tipico russo, per brindare ai cento anni della Rivoluzione Bolscevica d’Ottobre 1917-2017.

7 novembre – In occasione della giornata russa dedicata alla “Gloria Militare” si terrà la Parata cerimoniale nella Piazza Rossa (ore 10.00); per la nostra Delegazione passeggiata nei pressi della Piazza Rossa. Visita ai musei di arte e di storia situati nel centro di Mosca come il Gorky Leninskie museum of Lenin o Heroic Krasnaya Presnja 1905-1917 o l’appartamento e l’ufficio d Lenin. Nel pomeriggio, con tutte le altre Delegazioni e i Compagni del PCFR, Corteo nelle strade di Mosca con CONCENTRAMENTO ORE 14 viale Strastnoy.

Il Dipartimento Organizzazione e il Dipartimento Esteri del PCI, che hanno lavorato assieme per la buona riuscita di questo viaggio a Mosca, esprimendo la loro grande soddisfazione per l’esito sinora raggiunto, vogliono ricordare il grande, duro lavoro che è stato fatto per costituire tutta la Delegazione, trovare i soldi che anticipatamente servivano come caparra per far sì che l’Agenzia che ha curato il viaggio facesse partire il progetto ( 300 euro a testa, per ognuno che decideva di partire) e poi il lavoro per tutti i passaporti, per i visti, per risolvere i problemi di ognuno che voleva partire (e vi sono stati tanti problemi da risolvere!). E’ stato un lavoro davvero pesante e difficile, per il quale l’Organizzazione e gli Esteri ringraziano tutti i compagni e le compagne che vi hanno lavorato. Ma ringraziando soprattutto due compagni che hanno dato l’anima per la riuscita del viaggio, due compagni che non hanno finito il loro lavoro poiché saranno le spalle di tutta la Delegazione a Mosca: il compagno Stojan Spetic, segretario regionale PCI del Friuli (per il lavoro fatto per i 14 che partiranno da Venezia) e il compagno Juri Carlucci ( del Dipartimento Esteri del PCI) per i 59 che partiranno da Roma.

La Delegazione PCI andrà a Mosca con un grande striscione e con 50 bandiere del Partito, per sfilare, assieme a tutti gli altri partiti comunisti del mondo, al corteo per l’Ottobre.

W la Rivoluzione d’Ottobre, W la nostra Delegazione a Mosca, W il Partito Comunista Italiano!

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *