Il nostro cordoglio per la scomparsa del compagno Domenico Losurdo

Spesso, a margine di qualcuna delle nostre riunioni, ci lasciavamo dicendoci quanto sarebbe stato bello invitare a Genova il compagno Domenico Losurdo per discutere con lui di qualcuno dei suoi libri. Da ieri non ci sarà più possibile dare seguito a questa intenzione, perché una rapida e impietosa malattia lo ha portato via.

Losurdo era un intellettuale instancabile nella divulgazione delle tematiche inerenti il pensiero comunista. Uno scienziato militante, come lo ha definito Angelo d’Orsi nel suo ricordo apparso su Micromega online, un comunista non pentito che, anzi, perseverava con incessabile energia e attivismo nella divulgazione delle sue convinzioni.

Il compagno Losurdo era uno studioso di altissimo livello e uno scrittore molto prolifico, che ha pubblicato una serie di opere fondamentali per chi, oggi, ritiene necessario militare in un partito comunista. Fra queste vogliamo ricordarne alcune, particolarmente emblematiche del suo vasto raggio di interesse:

  • Marx e il bilancio storico del Novecento;
  • La sinistra assente. Crisi, società dello spettacolo, guerra;
  • Il revisionismo storico. Problemi e miti;
  • Rivoluzione d’ottobre e democrazia nel mondo;
  • La lotta di classe. Una storia politica e filosofica;
  • Stalin. Storia e critica di una leggenda nera;
  • Il marxismo occidentale. Come nacque, come morì, come può rinascere;
  • Fuga dalla storia? La rivoluzione russa e la rivoluzione cinese oggi;
  • Controstoria del liberalismo.

Oltre a ricordarne l’opera, oggi è necessario esprimere la nostra solidarietà e vicinanza prima di tutto alla famiglia del compagno Losurdo senza dimenticare di pensare un po’ anche a noi stessi, all’intero Partito Comunista Italiano, che resta privo di una voce e di una penna di grande caratura, un elemento di fondamentale importanza nella battaglia delle idee.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *