Eppure basterebbe applicare la legge

Alcune centinaia di persone, e non solo la sinistra o l’ANPI, ma anche esponenti del PD, della giunta e del consiglio comunale di Milano si sono trovati ieri in piazza per esprimere il loro dissenso contro la manifestazione di Forza Nuova all’Arco della Pace.

Ci farebbe molto piacere conoscere quali siano i procedimenti logici e politici che hanno spinto alcuni esponenti della giunta cittadina a scendere in piazza contro una manifestazione autorizzata dall’amministrazione cittadina, ma ci limitiamo a constatare come non si voglia porre un freno all’insorgenza di pericolose derive fasciste nel nostro paese.

Eppure per fermarli basterebbe applicare le leggi vigenti; non ci riferiamo solo alla disposizione transitoria (e leggi successive) che vietano la ricostituzione del disciolto partito fascista), ma anche a quelle contro il razzismo e l’omofobia, pratiche in cui i militanti di Forza Nuova sono indiscutibilmente campioni.

Viviamo in tempi in cui si cerca in tutti i modi di disconoscere il patrimonio morale, culturale e sociale della Resistenza, addirittura tentando di stravolgere la Costituzione nata dalla lotta partigiana e, secondo noi, alcuni dovrebbero porsi seriamente delle domande sulla loro ruolo di militanti all’interno di determinate forze politiche.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *