Classe, popolo, partito: una dialettica sempre feconda

In occasione dell’anniversario della fondazione del Partito Comunista d’Italia (Livorno, 21 gennaio 1921) proponiamo questo articolo del compagno Alexander Höbel, responsabile cultura del PCI. In esso vengono brevemente riepilogati i fondamenti sui cui si basa l’agire politico dei comunisti e delle comuniste. Unpercorso storico che parte dal Manifesto del partito comunista di Marx ed Engels e, passando per il Che fare? di Lenin, i primi passi del Partito comunista in Italia, la “svolta di Salerno” e le aperture ai movimenti della segreteria Longo, arriva ai giorni nostri.

Il nostro agire – insegnamento che ci viene dalla storia del movimento comunista internazionale e del Partito comunista italiano – non è mai mera testimonianza, ma lavoro teorico e pratico per la ricomposizione della classe e per l’unità delle masse popolari.

Classe, popolo, partito: una dialettica sempre feconda

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *