C’era una volta Rete a Sinistra

Giovedì scorso (non mercoledì come erroneamente riportato nel sottostante comunicato stampa), nel corso della riunione del direttivo di Rete a Sinistra abbiamo dovuto prendere atto che questo progetto è definitivamente naufragato. Le ragioni sono molto semplici: una parte delle forze politiche (PCI, Sinistra Italiana e RIfondazione Comunista, non presente alla riunione della settimana scorsa) che componevano il direttivo ha manifestato la propria indisponibilità a un accordo con il PD, mentre un’altra parte dei membri ha deciso di appoggiare la candidatura di Gianni Crivello, promossa dal PD.

Le differenze di opinione sono legittime, ci mancherebbe, anche se andrebbero supportate da ragionamenti politici e non da semplici tatticismi elettorali; ma quello che è curioso è la motivazione della scelta. Secondo alcuni, infatti, la candidatura di Crivello rappresenterebbe quella discontinuità con il passato necessaria per portare Genova fuori dalle secche della crisi economica e sociale che sta attraversando.

Eppure un’alternativa di sinistra – per difendere il lavoro, la scuola, la sanità pubblica, i servizi pubblici locali, ecc. – è oggi come non mai urgente. Non ci arrendiamo e continueremo a impegnarci per costruirla, con il nostro lavoro quotidiano e con tutte le nostre energie.

Ecco il testo del comunicato stampa.

RETE A SINISTRA: LA RETE SI SCIOGLIE ED ESPRIME SOLIDARIETA’ A GIANNI PASTORINO E CHIEDE CHE SI ABBASSINO I TONI DELLA CAMPAGNA ELETTORALE.

A seguito della riunione tenutasi mercoledì scorso presso la sede della Lista Doria, il direttivo di Rete a sinistra comunica che nei prossimi giorni avvierà il procedimento per sciogliere l’associazione e dopo le elezioni amministrative sarà convocata un’assemblea aperta e saranno avviate le pratiche burocratiche necessarie. 

“Purtroppo, come è ormai chiaro a tutti la Rete non è riuscita nel suo intento di federare la sinistra e in pieno accordo è stato deciso che né l’associazione né il suo logo saranno presenti alle prossime elezioni amministrative”, fanno sapere dal Direttivo.

Ancora sottolineano la preoccupazioni per i toni che sta assumendo la campagna elettorale: “Oggi esprimiamo solidarietà al consigliere regionale Gianni Pastorino – aggiungono i componenti del direttivo della Rete – ma non basta, è necessario lo sforzo di tutti perché si torni nel merito dei contenuti e la politica non venga fatta da “corvi” e lettere anonime del tutto prive di fondamento. Abbiamo sempre pensato che la politica debba essere scontro leale dove prevale chi ha l’idea migliore, di questo siamo tutti convinti anche se da oggi su fronti diversi”.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *