Centoventicinque anni fa nasceva Palmiro Togliatti

Palmiro Togliatti

Il 26 marzo 1896, a Genova, in una famiglia piccolo borghese nasceva Palmiro Togliatti, uno dei più importanti leader del movimento comunista non solo italiano, ma internazionale.

Sulla sua attività politica sono state scritte decine di migliaia di pagine e non è certo questa la sede per tentare di tracciarne una biografia. Quello che ci preme ricordare, oggi, è stata la sua capacità di statista, di politico che guardava più al bene dell’Italia che all’interesse spicciolo del proprio partito e della propria comunità di riferimento. È noto, infatti, che fu proprio Togliatti insieme a De Gasperi a introdurre il suffragio universale alle donne nel 1945 (decreto n. 23 del febbraio 1945), così come l’elettorato passivo concesso l’anno successivo.

Oggi, forse, la portata di questo atto ci sembra normale, ma dobbiamo ricordare che l’Italia era appena uscita dall’epoca fascista, nella quale ogni speranza di voto femminile era stata disattesa. A tal proposito, Mussolini aveva affermato “le donne sono sufficienti per un’ora di spasso ma non adatte a un calmo ed equilibrato lavoro”. E invece… le donne apprezzarono la svolta e si recarono a votare in massa, sebbene la rappresentanza femminile nei consigli comunali e nella stessa Assemblea Costituente non fosse così consistente come il numero delle elettrici avrebbe potuto far credere, anche a causa – occorre dirlo – di alcune resistenze nella composizione delle liste.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *