Categoria: Amministrative 2017

COMUNICATO STAMPA: La posizione del PCI in vista del ballottaggio a Genova

In occasione del ballottaggio per l’elezione del sindaco del Comune di Genova, la federazione di Genova del Partito Comunista Italiano ha deciso di non prendere posizione e lascia ai suoi iscritti e simpatizzanti la facoltà di decidere secondo le loro convinzioni.

Non ci sentiamo rappresentati da alcuno dei candidati, dai loro programmi e dalle coalizioni che li sostengono.

Per parte nostra valuteremo di volta in volta le singole decisioni che verranno prese dalla giunta comunale entrante, in particolar modo per quanto riguarda il tema delle privatizzazioni dei servizi pubblici locali, il trattamento dei migranti, la gestione del territorio e lo sviluppo economico sostenibile della nostra città, il rispetto delle norme sulla sicurezza del lavoro e i diritti dei lavoratori.

Contestualmente, proseguiremo l’opera di riorganizzazione e consolidamento del partito sui territori, la campagna di tesseramento e il dialogo con le altre forze politiche che condividono la nostra posizione di alterità nei confronti del PD e della riproposizione del defunto modello di centrosinistra.

La ricostruzione del PCI richiede tempo, lo sappiamo, ma abbiamo obiettivi di lungo periodo che ci dispensano dalle forzature elettoralistiche e politicistiche proprie di questa fase della politica nazionale e locale.

A due giorni dal voto è tempo di qualche considerazione

Non siamo certo noi i primi a dirlo, ma questa è stata una campagna elettorale molto sotto tono. I media nazionali ne hanno parlato poco o nulla, nonostante Genova sia una delle città più importanti fra quelle che vanno al voto domenica e, quindi, queste elezioni abbiano una valenza che supera i confini cittadini.

Continua la lettura di “A due giorni dal voto è tempo di qualche considerazione”

Municipio IX – Genova Levante: il PCI per Cristina Aste

Cristina Aste, nostra compagna da sempre, è candidata alla carica di consigliere municipale nel Municipio IX – Genova Levante per la lista “Chiamami Genova – Paolo Putti sindaco”. Naturalmente, la federazione di Genova la sostiene e invita tutti i residenti dei quartieri di Sturla, Quarto, Quinto, Nervi, Sant’Ilario, Borgoratti, Apparizione, San Desiderio e Bavari a votarla.

Da sempre, Cristina è impegnata nei consigli scolastici, si occupa di agricoltura e di cooperazione, oltre a essere una donna lavoratrice e una madre di tre figli in età scolastica. Chi la conosce sa quanto è sempre indaffarata e le corse che deve quotidianamente sostenere per svolgere tutte le sue mansioni. Soprattutto, è animata da una grande passione in tutto quello che fa.

Noi votiamo e facciamo votare Cristina Aste!

Gianmarco Veruggio racconta se stesso in un video

Gianmarco Veruggio

Un breve video per conoscere meglio Gianmarco Veruggio, il candidato al consiglio comunale di Genova (lista Chiamami Genova) che abbiamo deciso di sostenere. Certo, il senso della nostra scelta non è solo in queste poche parole, e il video è stato girato per finalità scientifiche, ma riteniamo giusto farlo vedere lo stesso, per permettere a tutti di conoscere meglio una persona che ha deciso di mettere le proprie conoscenze e la propria sensibilità al servizio della nostra città. Dopo il video, tratto dalla WebTV del Consiglio Nazionale per le Ricerche (l’Ente per cui Veruggio ha sempre lavorato), riportiamo una breve sintesi del parlato.

Continua la lettura di “Gianmarco Veruggio racconta se stesso in un video”

Il PCI sostiene la candidatura di Gianmarco Veruggio

Gianmarco Veruggio

Le implicazioni delle scoperte scientifiche sulla vita umana possono avere un impatto benefico oppure provocare effetti devastanti e ciò non dipende soltanto dall’uso che se ne fa, ma dalle logiche sottostanti alla ricerca scientifica. La stessa tecnologia può essere applicata in ambito biomedicale oppure produrre una devastante arma da guerra (si pensi all’utilizzo del laser), essere applicata al servizio del benessere dell’umanità o a esclusivo vantaggio di pochi percettori di profitto d’impresa.

Una parte degli scienziati sostiene che il proprio compito sia quello di sviluppare la propria disciplina, lasciando che siano altri a decidere in quali ambiti applicarla. In sostanza, considerano le proprie ricerche come attività strettamente tecniche e si ritengono esenti da responsabilità morali o sociali in merito al loro utilizzo. Un’altra parte, invece, esprime giudizi di valore etico che potremmo definire di breve periodo, esprimendo le proprie preoccupazioni morali in merito alla propria attività in termini di “buono e cattivo”, rifacendosi per la loro definizione ai valori culturali accettati e alle convenzioni sociali. Infine, esiste una terza categoria di scienziati che si interroga in termini globali e sul lungo periodo, considerando problemi come il digital divide fra Nord e Sud del mondo o fra le diverse generazioni e interrogandosi sulle conseguenze che le proprie scoperte potranno avere nelle società in cui verranno adottate.

Continua la lettura di “Il PCI sostiene la candidatura di Gianmarco Veruggio”

Il male minore o il meno peggio

In vista delle prossime elezioni amministrative, ecco qualche parola dai Quaderni del Carcere di Antonio Gramsci su cui riflettere. Le dedichiamo a tutti coloro che, con l’approssimarsi della scadenza elettorale si sono affrettati a mostrare le loro capacità in specialità quali il cambio di casacca, il salto della quaglia e quant’altro possibile;a chi ha messo mano al manuale Cencelli per non “far dispiacere” a nessuno; a chi sta soffrendo per essere stato trascurato.

Continua la lettura di “Il male minore o il meno peggio”

Sosteniamo la candidatura di Paolo Putti, ma…

Paolo Putti

Negli ultimi anni abbiamo partecipato attivamente ai lavori di Rete a Sinistra. In alcuni momenti ci riconoscevamo pienamente nel percorso, in altri meno, ma avevamo deciso che era meglio essere all’interno di un processo per tentare di orientarlo verso le nostre posizioni piuttosto che rimanerne fuori e subirne passivamente l’evoluzione. Così non è stato, voltiamo pagina e andiamo avanti.

Certo, ci sarebbe piaciuto partecipare a un raggruppamento di forze politiche in coalizione con la lista civica di “Effetto Genova”, la compagine civica sorta intorno a Paolo Putti dopo la sua uscita dal Movimento Cinque Stelle, e contribuire così alla costituzione di un embrione di “Quarto Polo”, ma non ci sono state le condizioni per farlo.

Continua la lettura di “Sosteniamo la candidatura di Paolo Putti, ma…”

C’era una volta Rete a Sinistra

Giovedì scorso (non mercoledì come erroneamente riportato nel sottostante comunicato stampa), nel corso della riunione del direttivo di Rete a Sinistra abbiamo dovuto prendere atto che questo progetto è definitivamente naufragato. Le ragioni sono molto semplici: una parte delle forze politiche (PCI, Sinistra Italiana e RIfondazione Comunista, non presente alla riunione della settimana scorsa) che componevano il direttivo ha manifestato la propria indisponibilità a un accordo con il PD, mentre un’altra parte dei membri ha deciso di appoggiare la candidatura di Gianni Crivello, promossa dal PD.

Continua la lettura di “C’era una volta Rete a Sinistra”

Un modo vergognoso di fare politica

La campagna elettorale per le amministrative di Genova è iniziata nel peggiore dei modi. Ci riferiamo all’articolo apparso oggi sulle pagine dell’edizione locale di Repubblica (Matteo Pucciarelli, Liguria Digitale, il caso di Pastorino, “bando ad hoc per la compagna”) nel quale viene citato un dossier pervenuto alla redazione in forma anonima.

È un metodo ci fa schifo e che ci ricorda la peggior Democrazia Cristiana. Per noi la politica è confronto ed eventualmente conflitto, se del caso anche serrati e aspri, e di fronte a questi non ci tiriamo di certo indietro. Ma ci sono dei limiti che non possono e non debbono essere valicati, specie se coinvolgono persone che non ricoprono un ruolo pubblico. Se si sospetta di un abuso, si tirino fuori le prove e allora saranno gli organismi competenti a doversene occupare, non la stampa sulla base di “fonti anonime”. Se invece si vuole attaccare Pastorino (“reo”, secondo alcuni di aver indebolito la coalizione di centrosinistra rifiutando di far parte della stessa) lo si attacchi politicamente e sul merito, non con pettegolezzi e insinuazioni.

Continua la lettura di “Un modo vergognoso di fare politica”

Nota della segreteria nazionale sulle elezioni amministrative 2017

Nella prossima primavera circa 1.000 Comuni Italiani saranno chiamati a rinnovare sindaci, consigli comunali e circoscrizionali.

E’ un appuntamento elettorale molto importante che interessa complessivamente una popolazione di oltre 10 milioni di abitanti.

Tra gli altri, sono interessati al turno elettorale una Regione (Sicilia) e  25 Città Metropolitane e/o Capoluoghi di Provincia (Palermo, Genova, Verona, Padova, Taranto, Parma, Monza, Catanzaro, Piacenza, L’Aquila, Lecce, Frosinone, Rieti, Gorizia, La Spezia, Alessandria, Asti, Cuneo, Oristano, Trapani, Lucca, Pistoia, Belluno, Como, Lodi).

Continua la lettura di “Nota della segreteria nazionale sulle elezioni amministrative 2017”