30 giugno 1960, i fatti di Genova

Il 30 giugno 1960, a seguito della decisione del governo presieduto dal democristiano Tambroni di permettere che il Movimento Sociale Italiano tenesse a Genova, città medaglia d’oro al valor militare per la Resistenza, il suo congresso nazionale, portuali, operai e studenti scesero in piazza per protestare, scatenando una furiosa repressione da parte delle forze dell’ordine. Epicentro degli scontri fu piazza De Ferrari.

Due giorni prima, Sandro Pertini aveva tenuto un discorso particolmente ispirato in piazza della Vittoria, nel quale affermava il nesso inscindibile fra la tensione che stava salendo e il ruolo di Genova nella Resistenza al nazifascismo.

Il tema dell’antifascismo è, purtroppo, tuttora di stretta attualità. Basti pensare ai reiterati tentativi da parte di forze dell’estrema destra, che a Mussolini e al suo movimento non negano di ispirarsi, per portare nella nostra città i massimi esponenti del più becero nazionalismo, xenofobo e reazionario.

Di seguito trovate il documentario, diviso in quattro parti, girato da Mimmo Calopresti sui fatti di Genova.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *