Mese: Novembre 2017

Eurostop contro la repressione in Catalogna e per una Spagna federale, democratica e solidale

La Piattaforma Eurostop (USB – PCI – Rete dei Comunisti – Attuare la Costituzione – Risorgimento Socialista – Moves – No Tav e altre importanti organizzazioni territoriali) condanna fermamente la repressione del governo spagnolo prima contro i dirigenti politici ed ora contro gli esponenti del governo della Catalogna.

Continua la lettura di “Eurostop contro la repressione in Catalogna e per una Spagna federale, democratica e solidale”

Il PCI di Genova al fianco dei lavoratori ILVA in lotta

Siamo costretti a fare quello che mai avremmo voluto fare, ovvero scrivere un messaggio di solidarietà nei confronti dei lavoratori ILVA in lotta per difendere il proprio posto di lavoro, il livello di reddito, la dignità.

Non avremmo mai voluto farlo perché una soluzione della vertenza c’era, era praticabile, era facile. Bastava avere il coraggio di rinazionalizzare l’azienda, in quanto asset strategico dello Stato. Invece si è voluto riproporre il fallimentare modello neoliberista e il risultato di questa politica si misura in tagli di posti di lavoro, rinegoziazione dei contratti, cancellazione dell’anzianità di servizio con tutti gli annessi e connessi, nessuno escluso, della peggior gestione padronale.

Continua la lettura di “Il PCI di Genova al fianco dei lavoratori ILVA in lotta”

“Centenario dell’Ottobre: Utopia e Potere”

Franco Astengo, controlacrisi.org, 4 novembre 2017

E’ possibile che Micromega dedichi il suo “Almanacco di Storia” a “Cent’anni dall’Ottobre, Cent’anni di eresie” ricercando nelle pieghe del dissenso che ha percorso, in varie forme, il secolo scorso rispetto al tronco principale del tentativo statuale di marxismo inverato rappresentato dalla Rivoluzione d’Ottobre e dai suoi successivi sviluppi statuali?

Pare proprio di sì: il numero è in edicola sfidando, forse, la valutazione dei comuni benpensanti di perder tempo nell’occuparsi di questioni ormai superate e sepolte.

Continua la lettura di ““Centenario dell’Ottobre: Utopia e Potere””

Quanto ci costa il settore bancario?

Il comunicato n. 177 del Ministero dell’Economia e delle Finanze è laconico, come tutti i comunicati ufficiali. In sintesi leggiamo che “nel mese di ottobre 2017 il settore statale ha registrato un fabbisogno di 5.000 milioni, con un aumento di circa 1.200 milioni rispetto al corrispondente mese dello scorso anno (3.807 milioni)”.

Nei primi dieci mesi del 2017 il fabbisogno “si è attestato a 61.141 milioni, con un aumento di circa 11.500 milioni rispetto al periodo gennaio-ottobre 2016″. Tutto questo è attribuibile in larga misura alle erogazioni effettuate nei mesi di luglio e agosto per la salvaguardia del sistema bancario e la tutela dei risparmiatori”.

Continua la lettura di “Quanto ci costa il settore bancario?”

Carla Nespolo eletta alla presidenza dell’ANPI

Il Comitato Nazionale dell’ANPI, riunito ieri a Chianciano Terme, ha eletto all’unanimità il nuovo presidente nazionale. Si tratta della compagna Carla Nespolo, prima donna e primo esponente dell’ANPI a non essere stato partigiano ad assumere la più alta carica dell’associazione. Carlo Smuraglia, che aveva accettato di presiedere l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia per un breve periodo dopo la scadenza naturale del mandato lo scorso anno, è stato – sempre all’unanimità – eletto presidente emerito.

Dal sito dell’ANPI riprendiamo il breve comunicato della notizia:

Il Comitato Nazionale ANPI, riunitosi oggi, a seguito delle previste dimissioni di Carlo Smuraglia che nel Congresso di Rimini del 2016 accettò il rinnovo dell’incarico seppure a termine, ha proceduto alla elezione del nuovo Presidente Nazionale dell’ANPI. È stata votata all’unanimità Carla Nespolo, prima Presidente dell’ANPI donna e non partigiana. Carlo Smuraglia è stato, sempre all’unanimità, nominato Presidente Emerito affinché continui una proficua collaborazione con particolare riferimento a specifici temi quali l’attuazione della Costituzione, l’impegno antifascista e la realizzazione del Protocollo ANPI-MIUR.

Chianciano Terme 3 novembre 2017

Continua la lettura di “Carla Nespolo eletta alla presidenza dell’ANPI”

Mélenchon: «Per non girare al guinzaglio del PD dovete esprime un’alternativa netta alla UE»

Alessandro Avvisato, Contropiano

Jean-Luc Mélenchon

Tra le poche buone trasformazioni innescate dalla “stretta” neoliberista – dopo la vittoria di Macron in Francia e il rigurgito di franchismo in Spagna – c’è sicuramente l’aver acceso i riflettori sull’irriformabilità della stessa Ue. Probabilmente – è una battuta, non mettetevi a commentarla… – in queste ore anche Carles Puigdemont ha capito che servirebbe una “rottura” piuttosto che un “aggiustamento” nella struttura sovranazionale che governa di fatto in 27 paesi (e con maggiore forza nella zona euro).

Nella sinistra italiana – tanto “radicale” che “antagonista” – questa consapevolezza stenta ancora a farsi strada, anche se trova resistenze meno feroci di qualche mese fa. Gli sbandamenti assurdi che abbiamo registrato sulla vicenda catalana, però, fanno pensare che dentro questo micromondo i danni siano prodotto dall’egemonia del “pensiero unico” stati assai più gravi di quanto ci si potesse immaginare.

Continua la lettura di “Mélenchon: «Per non girare al guinzaglio del PD dovete esprime un’alternativa netta alla UE»”

Garzón: «Non è coerente essere comunista e indipendentista»

Intervista ad Alberto Garzón. «Questa è una guerra di bandiere», il coordinatore federale di Izquierda Unida distribuisce equamente le colpe fra Carles Puigdemont e Mariano Rajoy

Il coordinatore federale di Izquierda Unida non ritiene «coerente» essere al tempo stesso «indipendentista e comunista» nel contesto catalano, quello di un conflitto polarizzato, di una «guerra di bandiere» e, chiarisce, si identifica solo con la seconda qualifica. Alberto Garzón Espinosa ha presentato lunedì il suo nuovo libro, Por qué soy comunista (Ediciones Península), con il quale si propone di «arricchire la cassetta degli attrezzi» di cui dispone la sinistra per «criticare il mondo esistente» e «costruirne uno alternativo».

Continua la lettura di “Garzón: «Non è coerente essere comunista e indipendentista»”

Una rivoluzione lunga un secolo. A cento anni dall’Ottobre 1917

Alexander Höbel
Segreteria Nazionale PCI
responsabile Cultura e Formazione

A un secolo esatto dalla Rivoluzione d’Ottobre, quella svolta storica conserva tutta la sua forza simbolica e politica. A lungo si è cercato di disinnescarla, soprattutto dopo la crisi del campo socialista e la fine dell’Urss. La rimozione e la demonizzazione sono state le principali strategie messe in atto per tentare di cancellare lo straordinario messaggio emancipatorio proveniente dall’Ottobre e di ridurre quest’ultimo al colpo di mano di una minoranza coesa ma sostanzialmente estranea, sovrapposta al concreto divenire storico. E invece la forza dell’Ottobre sta proprio nell’incontro tra una dinamica sociale e storica che, col massacro imperialista della Prima guerra mondiale e la dissoluzione dell’autocrazia zarista, era giunta in Russia a un certo grado di maturazione e l’azione cosciente e organizzata di una soggettività politica, che colse tutte le potenzialità di tale contesto, e della formidabile spinta politica verso il superamento della barbarie e l’emancipazione degli oppressi che esso stava producendo.

Continua la lettura di “Una rivoluzione lunga un secolo. A cento anni dall’Ottobre 1917”

Con il “Che” e con la Rivoluzione cubana. Il PCI all’incontro con il compagno Fernando Gonzales Llort, uno dei “5 eroi”

Cristina Benvenuti
Dipartimento Esteri PCI
responsabile questioni internazionali segreteria regionale PCI Lazio

Fernando Gonzales Llort

“Vivere è lottare” : così ha esordito lo scorso venerdì 27 ottobre, nei locali dell’Ambasciata di Cuba a Roma, il compagno Fernando Gonzales Llort, uno dei 5 eroi cubani detenuti ingiustamente per 16 anni nelle carceri USA,  per  aver svolto attività antiterroristica per la loro Patria e attualmente presidente dell’ICAP ( Istituto Cubano di Amicizia tra i Popoli). Durante l’incontro, cui ha partecipato il Dipartimento Esteri del PCI, il compagno ha ringraziato per la solidarietà di cui è sono stato oggetto lui e gli altri durante i lunghi anni di detenzione e per l’amicizia e il sostegno verso la Rivoluzione Cubana. Ha risposto agli attacchi dei media borghesi occidentali verso il presunto “antidemocratico sistema politico elettorale cubano” ribadendo la profonda unità del Partito Comunista di Cuba – che assicura il processo rivoluzionario – e del popolo cubano, unità che ha garantito e garantisce la tenuta del sistema socialista cubano contro i continui attacchi, anche terroristici, dell’imperialismo statunitense.

Continua la lettura di “Con il “Che” e con la Rivoluzione cubana. Il PCI all’incontro con il compagno Fernando Gonzales Llort, uno dei “5 eroi””